Il cibo italiano alla conquista della Svizzera

Il cibo italiano alla conquista della Svizzera: l’Italia è, infatti, il primo fornitore nel comparto agroalimentare e delle bevande. Nel 2022 le importazioni svizzere del Made in Italy di settore sono aumentate di 180 milioni €, registrando un +9%. La quota di mercato dell’Italia nel settore si attesta intorno al 15,8%, confermato il primato. Il mercato svizzero nel settore è valutato complessivamente oltre 2,1 miliardi € e rappresenta un punto di riferimento per l’industria agroalimentare italiana.
Per l’Italia, la Svizzera è anche uno dei mercati di destinazione più performanti per le esportazioni in generale, con un aumento del 7,8% registrato a fine luglio 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
L’Agenzia ICE nell’ambito dell’ottava edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha promosso una serie di eventi culinari dedicati a celebrare la ricchezza della nostra cucina. Fra le iniziative, l’Ufficio ICE di Berna – con la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia a Berna e del Consorzio Parma Alimentare – ha organizzato a Zurigo una serata per promuovere la conoscenza dei prodotti della Food Valley Parma. Nell’occasione l’Ambasciatore d’Italia in Svizzera Gian Lorenzo Cornado ha infine annunciato la candidatura della Cucina Italiana a patrimonio immateriale dell’UNESCO.

Condividi Articolo:

Articoli Correlati