Il salto dei comunicatori

La nuova comunicazione riscrive il proprio perimetro, diventando ancora più strategica per il business e sedendo da protagonista nelle stanze dei bottoni, fianco a fianco con i top manager.

Una comunicazione non più tattica, ma strategica. I temi corporate tornano al centro della scena insieme agli ESG e a quelli legati alle persone, che superano quelli legati all’offerta commerciale. Per rafforzare il capitale reputazione oggi il capitale umano batte il capitale tecnologico. Così nell’anno segnato dell’intelligenza artificiale, tornano ad essere centrali le persone.

Infatti la narrazione è pervasiva, ma senza implementazione strutturale: solo 1 comunicatore su 10 adotta l’AI. Così il fiuto dei professionisti per ora non va oltre una semplicistica forma di entusiasmo.

“Siamo passati da una logica di comunicazione al mercato a una di racconto alla società, da una visione del dipendente da informare a una persona da coinvolgere. Tutto ciò ha scardinato ogni silos e ha trasformato il modo di comunicare, inserendoci in una logica di flusso totalmente diversa”, afferma Alessandro Vanoni.

Fonte: LinkedIn

Condividi Articolo:

Articoli Correlati